Tag PARACADUTISTI

BERLIN OPEN 2019

BERLIN OPEN 2019

Un altro week impegnativo e fortemente motivante è stato quello trascorso dalla ASD Esercito – 187° Folgore di Livorno, che ha schierato, su più fronti, gli atleti del settore giovanile.

Nella giornata dello scorso sabato, i fighters, blu/azzurri, hanno concorso al “Berlin Open 2019”, Germania, presso il palasport di Berlino. Numerose sono state le presenze intervenute all’evento, oltre un centinaio di club presenti, sono stati i dati registrati dall’organizzazione, in rappresentanza di 26 paesi esteri provenienti da tutta Europa.   

Tre sono state le medaglie conquistate nella specialità del Kata “forme”. La prima d’oro, di Ilaria Bianchi, nella categoria femminile degli Under 21, inoltre la stessa, ha raggiunto un 5° posto nella classe maggiore dei seniores. Nelle categorie maschili, 2 sono state le medaglie di bronzo conquistate, quella di Lorenzo Amari, negli U 21 e quella di Vincenzo Corvaglia, nella categoria master (over 35).

Altrettanto impegnativa è stata la “scalata” nella specialità del Kumite, combattimento a contatto controllato, per i folgorini impegnati nelle categorie giovanili WKF (World Karate Federation). Il 5° posto è stato raggiunto dal giovane Jacopo Citi, che dopo una serie di confronti tecnici, si è dovuto arrestare nel match finale per la medaglia di bronzo. Buone sono state le prove sostenute da Nicholas Simonetti, Francesca e Lorenzo Giraldi.

L’ESERCITO AL GAME FAIR 2018

L’ESERCITO AL GAME FAIR 2018

Abbraccio dei visitatori allo stand Esercito.

Istruttori MCM del 187°: i graduati Antonio Citi, Daniele Pilagatti e Gianluca Bianco

Un’accoglienza calorosa la compagine dell’Esercito Italiano che ha preso parte alla 29^ edizione del Game Fair, conclusasi il 9 settembre presso il polo fieristico di Grosseto.

Lo speakeraggio ha introdotto e illustrato, lo svolgimento della dimostrazione MCM, le azioni, articolate in più fasi.

Si tratta del più importante evento in Italia dedicato alla caccia, al tiro sportivo e alla vita all’aria aperta, unico esempio di festa campestre in Italia, che ogni anno richiama migliaia di appassionati nella cornice della Maremma Toscana. Il Reggimento “Savoia Cavalleria” (3°), anche quest’anno, ha accolto l’invito del Comitato organizzatore.

La manifestazione, molto conosciuta sul territorio e con una profonda risonanza a livello nazionale, vede la partecipazione tra l’altro delle più rilevanti aziende di armi italiane, e non solo. Numerosa l’affluenza dei visitatori allo stand dove, i cavalieri paracadutisti, hanno illustrato veicoli, armi e materiali in uso all’Esercito. Uomini, donne e bambini di ogni età hanno fatto tappa presso l’area dedicata alla Forza Armata, presso la quale hanno potuto indossare realmente un paracadute e visitare l’interno di una autoblindo armata “Centauro” e toccato con mano il “Lince”, in mostra nel piazzale principale della Fiera. Quest’anno ,la Brigata paracadutisti “Folgore” ha dato un ulteriore contributo, inserendo una dimostrazione pratica del metodo di combattimento militare (MCM).

Momenti di simulazione operativa MCM

Gli istruttori del 187° Reggimento Paracadutisti, C.le Magg. Capo Scelto Daniele Pilagatti, C.le Magg. Capo Scelto Antonio Citi e il C.le Magg. Capo Scelto Bianco Gianluca insieme ad altri elementi giunti dagli altri reparti della Brigata, hanno illustrato, ad un folto ed interessato pubblico, questo sistema di combattimento a distanza ravvicinata che risponde alle peculiari esigenze operative militari e che, dal 2014, è diventato ufficialmente il sistema di combattimento corpo a corpo della Forza Armata.

Nella conferenza stampa di apertura gli organizzatori e le autorità locali hanno sottolineato più volte l’importanza della presenza dell’Esercito “in quanto espressione sana delle professionalità del Paese, che grazie ai suoi uomini e donne, riesce a conferire un valore aggiunto alla manifestazione”.

Tratto dal sito web ufficiale: http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Esercito-Game-Fair-2018_180911.aspx

 

1 ORO, 3 ARGENTI E 3 BRONZI AL MEMORIAL ANDREA NEKOOFAR

1 ORO, 3 ARGENTI E 3 BRONZI AL MEMORIAL ANDREA NEKOOFAR

ASD Esercito – 187° Folgore

Trasferta significativa quella di domenica scorsa 27 maggio, per il settore giovanile della ASD Esercito – 187° Folgore di Livorno che, ha partecipato al 1° Memorial Andrea Nekoofar , tenutosi al Palapellicone di Lido di Ostia (Roma) guadagnando ben 7 medaglie 1 d’oro, 3 d’argento, 3 di bronzo ed 1 borsa di studio.

La ASD Esercito – 187° ha schierato 12 fighters che, insieme ai tantissimi altri atleti provenienti da tutta Italia, hanno onorato la memoria di un grande campione, ed hanno reso omaggio alla splendida iniziativa organizzata dalla FIJLKAM settore Karate, in collaborazione con l’ente di promozione CSEN.

Nella mattinata di domenica, i fighters blu/azzurro, hanno gareggiato per la specialità del kata (forme) individuale.

Nel femminile, sono salite a podio:

Rebecca Bozzi, che ha conquistato la medaglia d’argento nella categoria Cadetti ( 14-15 anni d’età);

Fanti Agnese e Bianchi Ilaria, che si sono aggiudicate rispettivamente la medaglia d’oro e quella d’argento nella categoria Juniores ( 16-17 anni d’età);

La Fanti inoltre, ha concorso anche nella categoria Seniores ottenendo la medaglia d’argento, oltre ad una delle dodici borse di studio messe in palio.

Nel maschile, hanno brillato i fighters Michetti Aschi Daniele, che, nella categoria Cadetti , ha vinto la medaglia di bronzo e Amari Lorenzo, che, nella categoria Juniores, e’ salito a podio, guadagnando anche lui il bronzo.

La manifestazione e’ proseguita poi nel pomeriggio, con la specialità del kumite ( combattimento a contatto controllato) dove il folgorino Cianti Duccio ha concorso, arrivando a podio negli Under 14 peso -55kg, guadagnandosi la medaglia di bronzo.

Doveroso encomio, va anche alla ASD Esercito 187°, che e’ stata premiata , tra tutte le società presenti alla manifestazione come 3 classificata , sia nei kata, sia, nella classifica generale, per i punti ottenuti dalla classifica degli atleti delle rispettive categorie.

Hanno accompagnato i folgorini i tecnici Alberto Piccinini, Franco Bozzi, Claudia Gremo  e il tecnico con le stellette, il Caporal Maggiore Capo Scelto Antonio Citi.