IL MINISTRO DELLA DIFESA IN VISITA AL “FOLGORE NO LIMITS”, PRESENTE IL KARATE FIJLKAM

IL MINISTRO DELLA DIFESA IN VISITA AL “FOLGORE NO LIMITS”, PRESENTE IL KARATE FIJLKAM

IL MINISTRO DELLA DIFESA IN VISITA AL “FOLGORE  NO LIMITS”, PRESENTE IL KARATE FIJLKAM
Condividi la passione

Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta al Folgore No Limits

Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta accompagnata dal Comandante delle Forze Operative Nord, Generale di Corpo d’Armata Amedeo Sperotto, dal Comandante della Folgore, Generale di Brigata Rodolfo Sganga e delle massime autorità civili e militare ha presenziato stamane a Livorno, la 6° Edizione di “FOLGORE NO LIMITS” organizzata dalla Brigata Paracadutisti Folgore.

Grazie alla preziosa collaborazione sviluppata con il Comitato Italiano Paralimpico (C.I.P.) Toscana, Folgore No Limits è riuscita negli anni a contribuire alla sensibilizzazione dei tantissimi invitati e della cittadinanza sulle tematiche del mondo della disabilità e, contestualmente, avvicinarla al mondo militare, che ha dovuto anch’esso affrontare il grave problema del personale colpito da infortuni e malattie invalidanti e permanenti nell’adempimento del proprio dovere.

Essi sono per la Forza Armata un plus-valore motivazionale da raccogliere e coltivare in seno alle unità dove hanno prestato servizio attivo e dove, nonostante le limitazioni fisiche, possono continuare ad assicurare un rilevante apporto.

CIRCUITO SPORTIVO APERTO A TUTTI

Oggi, nelle aree della caserma Lstrissimi, è stato realizzato un circuito con moltissime attività sportive che possono essere praticate dai diversamente abili come la scherma, la boxe, il tiro con l’arco, la vela, la subacquea e altre ancora.

SPORT COME REINSERIMENTO SOCIALE , LAVORATIVO E PSICOLOGICO “FOLGORE NO LIMITS”, che oggi ha raggiunto la sua 6^ edizione, rappresenta una importantissima occasione per evidenziare le potenzialità della pratica sportiva quale strumento utile a un più rapido ed efficace reinserimento nella società; per mettere in evidenza come la Forza Armata assicuri sempre la propria attenzione al personale che ha contratto lesioni o malattie invalidanti riconoscendo in loro esempi di comportamento sano e corretto da portare come esempio ai giovani di oggi; offrire ai normodotati l’opportunità di “prendere coscienza” delle disabilità.

I PARACADUTISTI ATTENTI ALLA VITA SOCIALE A CONTATTO CON LE CITTA’ DOVE SONO OSPITATE LE CASERME

La Folgore organizza nel campo del sociale numerose attività come ad esempio i “Family Day” quando vengono aperte le caserme con attività ludico conviviali per i familiari dei militari, e la consistente donazione di sangue che ha coinvolto, pochi mesi fa, tutti i reggimenti della Brigata(dislocati in Veneto, Toscana e Lazio) durante la quale oltre 300 Paracadutisti hanno donato quasi 100 litri di sangue.

Il KARATE FIJLKAM NELLE CASERME

Nella giornata dedicata ai valori sportivi del Folgore – No Limits, per la FIJLKAM, erano presenti il Presidente, settore Karate, dott. Sergio Donati, il membro della Commissione Nazionale Rapporti con la Scuola Giuseppe Sciacca e il Responsabile delle Squadre Militari Carlo Francesco Tombolini Montessori.

I paracadutisti del 187°, C. le Magg. Capo Scelto Daniele Pilagatti e C. le Magg. Capo Gianluca Bianco, all’evento, sono stati operativi nel proporre, agli alunni delle scuole e a tutti i presenti, i contenuti formativi della ASD Esercito – 187° Folgore di Karate, con l’ausilio del circuito ad ostacoli allestito sul tatami. Inoltre, per i visitatori, era disponibile l’uso dell’equipaggiamento protettivo utilizzato nel MCM – “Metodo di Combattimento Militare”, al fine di cimentarsi in simulazioni del corpo a corpo.

L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Esercito – 187º reggimento paracadutisti “Folgore”, con sede presso la palestra della Caserma Paolo Vannucci di Livorno, è operativa dall’anno 2002, e promuove, con il proprio settore giovanile, a partire dall’età prescolare (dai 4 anni), la disciplina olimpica del Karate FIJLKAM. I corsi sono rivolti ai figli dei “genitori in divisa” (Forze Armate e Forze dell’Ordine) e a tutti i “simpatizzanti”.

ESERCITO E FOLGORE PORTATORI DI VALORI PREZIOSI ANCHE PER LA SOCIETA’

Appartenere all’Esercito Italiano e, in particolare, a una unità come la Folgore significa esser parte di qualcosa di unico, che è sinonimo di professionalità, dedizione, spirito di sacrificio, onestà, lealtà, solidarietà e altruismo: valori, questi, che ogni paracadutista cerca di trasmettere nei fatti e nell’agire quotidiano.

L’IMPEGNO DELLA BRIGATA FOLGORE IN ITALIA E ALL’ESTERO

La Brigata Paracadutisti Folgore, oltre ad essere impegnata nell’operazione Strade sicure con unità schierate in Lazio e in Toscana è presente, con il proprio personale, in tutti i Teatri Operativi del Mondo nei quali sono impegnate le Forze Armate Italiane, inoltre ha partecipato, negli ultimi mesi, ad importantissime attività addestrative in ambito internazionale, interforze e multi agenzia.


Condividi la passione
Karate Livorno Folgore